In partenza anche il Corso Avanzato di FOTOGRAFIA e FOTORITOCCO 2023 del Circolo Fotografico Palmarino APS BFI.
Le lezioni si svolgeranno a partire dalle 20:30 in presenza presso la sala riunioni del Palmanova Outlet Village e, contemporaneamente, anche su piattaforma Zoom sul web.

Le lezioni avranno il seguente calendario:

 

CORSO AVANZATO 2023:

1 – Venerdì 3 marzo: “Miglioriamo i nostri scatti con una corretta composizione fotografica

2 – Venerdì 10 marzo: “Miglioriamo i nostri scatti con tecniche avanzate di fotografia

3 – Venerdì 17 marzo: “Miglioriamo i nostri scatti con Lightroom/Photoshop 1^ parte

4 – Venerdì 24 marzo: “Miglioriamo i nostri scatti con Lightroom/Photoshop/maschere luminosità 2^ parte

5 – Venerdì 31 marzo: serata di commento tecnico/compositivo di immagini proposte dai partecipanti al Corso Avanzato

6 – Uscita pratica con i corsisti sabato 1 aprile

LEZIONI EXTRA:

7 – (data da concordare Con Corsisti) serata dedicata alla Fotografia di paesaggio
8 – (data da concordare Con Corsisti) serata dedicata alla Macrofotografia

 

Le lezioni avranno una durata di circa 2 ore ciascuna e si svolgeranno in presenza presso la sala riunioni del Palmanova Outlet Village e, contemporaneamente, anche su piattaforma Zoom sul web. Ai partecipanti via Zoom verranno fornite le credenziali di accesso riservate.

Tutors:
Alberto Missana
Boris Nanut
Luigino Snidero
Marco Manzini
Marco Rigatti
Paolo Vercesi
Marco Gon

Inoltre è a disposizione dei corsisti un forum web di discussione attivo 24h per formulare domande (che riceveranno risposte in tempi ragionevoli) e per la pubblicazione di proprie immagini (che verranno commentate tecnicamente ed esteticamente dagli esperti del Circolo).

 

Quote di partecipazione:

Tesseramento al Circolo obbligatorio + corso avanzato: 65 euro
Solo Corso Avanzato (opzione per i Soci già tesserati 2023): 35 euro


Oltre alla partecipazione ai corsi, il tesseramento al Circolo Fotografico Palmarino APS BFI dà diritto
:

 alla partecipazione alle serate su Zoom ed in presenza riservate ai soli Soci, a riunioni, serate, eventi, mostre ed ogni altra iniziativa del CFP con carattere di gratuità;
 alla partecipazione alle escursioni fotografiche del Circolo riservate ai Soci
– ad usufruire (previa formazione specifica) della sala pose con luci flash, luci led continue, fondali
– a ricevere la newsletter settimanale con le nostre iniziative, spesso riservate ai soli Soci
– a ricevere in prestito gratuito libri fotografici e strumenti di taratura monitor, secondo il vigente regolamento.

Le persone che intendano iscriversi al Corso, dovranno compilare in tutte le sue parti questo MODULO ed inviarlo via mail, possibilmente assieme a copia del bonifico, a cfpalmarino@gmail.com

Per il pagamento anticipato, procedere con un bonifico a favore del Circolo Fotografico Palmarino APS BFI su Banca TER Manzano con questi dati:

Beneficiario: “Circolo Fotografico Palmarino”
IBAN: IT55J0863163930000000005243
Causale: “Nome Cognome iscrizione Corso Base (o Avanzato, o Base + avanzato) anno 2023”

Il MODULO compilato in tutte le sue parti e debitamente sottoscritto e copia del bonifico vanno inviati all’indirizzo mail: cfpalmarino@gmail.com

13 febbraio, ore 20:30

Presso la sala riunioni del Palmanova Village

 

Comincia il 13 febbraio, con “La magia dei boschi” uno splendido poker di volumi fotografici presentati in presenza ed a cura del Circolo Fotografico Palmarino (gli altri 3 assi verranno calati nei prossimi giorni).

Gabriele, Paolo e Willy ci presenteranno il loro splendido lavoro editoriale e ci racconteranno le loro immagini e le loro avventure presso la sala riunioni del Palmanova Village (come arrivare). La sala si trova sopra l’ingresso centrale del Palmanova Village, al primo piano, con ingresso dalla porta a vetri che dà sulle scale.

 

“La magia dei boschi” per i tipi di Marson Editore, è diviso in 5 “magie”:

 

MAGIA DI LUCE

Luce e magia, un binomio perfetto in quanto la luce è già magia in sé.

La luce è il tutto in fotografia, con la luce e una macchina fotografica si può scrivere una storia, si può registrare un attimo che da quel momento diventa perenne.

La luce all’interno di un bosco assume mille varianti, infinite declinazioni che mutano in continuazione nel corso della stessa giornata, basta voltare lo sguardo, cambiare punto di vista.

All’inizio della primavera i primi raggi di sole riscaldano il sottobosco che si risveglia pian piano avvolto nelle sue nebbioline, che indugiando si diradano scoprendo il verde brillante dei faggi.

Nella caldi estati la luce forte e dura viene ammorbidita dalle lussureggianti chiome degli alberi che donano pace e frescura.

In autunno la luce calda e lieve rende ancor più brillanti i larici che colorano d’oro i boschi in quota, preludio dell’inverno che coprirà con la sua coperta bianca ogni cosa, in attesa di un nuovo risveglio alla luce del sole.

MAGIA DELL’ISTANTE

Cos’è un istante, se non quell’attimo sfuggente che magicamente la macchina fotografica rende eterno?

L’istante è una percezione sensoriale, materica ma al contempo spirituale: in un attimo ci rendiamo conto che qualcosa è successo, un qualcosa che ha scatenato in noi un’emozione che vorremmo poter custodire per sempre nella nostra memoria.

Nel bosco possiamo vivere questa esperienza, in un luogo intimo dove è facile perdersi per poi ritrovarsi, pervasi da una piacevole sensazione di benessere e di pace.

In certi momenti vorresti che quell’istante non finisse mai, ma sai che ciò non è possibile e quindi non ti resta che sperare che la tua memoria ne serbi il ricordo.

Le immagini di questo libro hanno fermato per sempre i nostri istanti, che auspichiamo diventino i vostri, quali sprone per una personale ricerca nei magnifici boschi montani del Friuli Venezia Giulia.

MAGIA DEI COLORI

La magia continua, la luce ci permette di vedere il mondo che ci circonda a colori, dipinge ogni cosa con infinite sfumature e varianti.

Quando si parla di colori e di boschi, l’immaginario collettivo ci porta all’autunno con le mille tonalità di giallo, rosso e arancio, ma in realtà nel bosco ogni stagione ha i suoi colori.

La primavera è il momento delle gemme che cangiano dal marrone chiaro al verde brillante, mentre l’estate è la stagione dei verdi intensi e cupi, utili a proteggere il sottobosco e le sue creature dalla canicola del sole agostano.

Passato il tripudio dei colori autunnali arriva il momento del bianco inverno che solo apparentemente è monotono; in realtà la luce bassa sull’orizzonte crea infinite sfumature che trasformano il bianco in un arcobaleno di riflessi, che solo un occhio attento e sensibile riesce a cogliere, magari guardando nel mirino della macchina fotografica.

MAGIA DELL’ACQUA

L’acqua è fonte di vita… è l’elemento presente in ogni cosa del nostro quotidiano, è il motore della rigenerazione naturale con le sue continue trasformazioni.
Assistere al suo mutamento dalla forma solida alla forma liquida in una frazione di secondo, cos’è se non una magia?

I boschi sono tra i primi ambienti in cui il ciclo della vita si compie grazie all’elemento acqua, che dona linfa alle piante, che rinfresca il sottobosco con le sue nebbioline fatate, che garantisce il riposo dell’intero ecosistema stendendo la sua soffice coperta bianca di neve.
La magia si rileva mostrandoci l’acqua nelle sue svariate forme, ognuna con una sua funzione non solo estetica nel mondo dei boschi.
In una manciata di attimi l’acqua prima scende sotto forma di pioggia per poi, magari a causa di un repentino abbassamento della temperatura, trasformarsi in pungente ghiaccio e poi nella candida e carezzevole neve.

Non doma madre natura continua nella sua magia chiedendo all’acqua di trasformarsi nuovamente, ed allora dalla volta arborea vediamo levarsi nuvole bianche che la fanno salire in cielo da dove, a breve, riscenderà sulla terra sotto forma di pioggia.

L’acqua è anche fonte di poesia.

Per capirlo basta trovarsi all’interno di un bosco durante un temporale e fermarsi ad ascoltare il ritmico battere delle gocce sulle foglie degli alberi che, a seconda della loro grandezza e forma, rilasciano un suono ed una melodia diverse, oppure durante una nevicata quando non vi sono le foglie a trattenere i candidi fiocchi che cadono al suolo in un silenzio da fiaba… anche questa è magia.

EFFIMERE (FUGACI) PRESENZE

Un bosco da lontano ci può apparire come una cattedrale di immensi e possenti colonne verdi, a custodia di chissà quali segreti e tesori.

E’ quando entriamo in un bosco che ci possiamo rendere conto di essere stati catapultati in un magico mondo fatto non solo di alberi ma anche di un’infinità di effimere (fugaci) presenze.

La volta arborea sembra voler nascondere e proteggere un mondo parallelo fatto di grandi e piccole presenze animali e vegetali.

E’ un mondo letteralmente magico che si mescola emotivamente a quello degli Sbliffs, i folletti dei nostri boschi.

Rimanendo in silenzio per pochi minuti, adagiati con la schiena ad un grosso e nodoso tronco, possiamo renderci conto di come il bosco prende vita e ci ritroviamo in un attimo circondati dai suoi misteriosi e sfuggevoli abitanti, la cui presenza a volte può essere solo intuita dietro un’ombra, un sibilo, un soffio, un riflesso di luce, un piccolo rumore di foglie calpestate, di rami che si muovono senza un’apparente ragione: siamo entrati nel magico mondo del bosco, e potremmo continuare a godere di queste emozioni solo se vi rimaniamo con rispetto e lo guardiamo con la curiosità di un bambino.

GABRIELE BANO

Gabriele Bano è nato a Tolmezzo nel 1969 dove attualmente risiede e svolge la propria attività di libero professionista; fotografo naturalista free lance è rappresentato dall’Agenzia fotografica Photofvg (www.photofvg.it).

Le sue immagini sono comparse su diverse riviste e libri del settore, nonché sul materiale divulgativo e didattico del Parco Naturale Regionale delle Prealpi Giulie.

Ha ottenuto svariati riconoscimenti in  importanti concorsi internazionali di fotografia naturalistica, quali Asferico, GDT, Glanzlichter e Biophotocontest.

E’ socio della sezione friulana dell’A.F.N.I. (Associazione Fotografi Naturalisti Italiani) con cui ha pubblicato i libri sul Cansiglio e Monte Cavallo (Dove l’aria sale edito da Edizioni Risma) e sul Parco delle Prealpi Giulie (Luci e Silenzi nel Parco delle Prealpi Giulie edito da Edizioni Risma) ed ha partecipato a varie mostre collettive.

Organizza corsi di fotografia e serate di videoproiezioni a tema naturalistico.

Nel 2010 ha coronato il suo sogno, unitamente a Paolo Da Pozzo e Luciano Gaudenzio, con la pubblicazione del libro fotografico “Carnia, confine tra cielo e terra” edito da Selekta.

Nel 2015, con l’amico Paolo Da Pozzo, ha pubblicato il suo secondo libro fotografico “Carnia, scrigno di emozioni” con l’editore Daniele Marson.

Nel 2021, assieme agli amici  Paolo Da Pozzo e Willy Di Giulian, ha prodotto il nuovo libro “La magia dei Boschi del Friuli Venezia Giulia” sempre con l’editore Daniele Marson.

PAOLO DA POZZO

Vivo a Tolmezzo, dove sono nato e svolgo la mia attività di imprenditore.

Ho imparato ad amare la natura sin da bambino grazie alle tante uscite fatte con mio padre nei boschi carnici e fin da ragazzo mi sono avvicinato ed appassionato alla fotografia naturalistica.

Prediligo le immagini di paesaggi, di animali nel loro habitat e sono particolarmente attratto dai colori, dalle forme e dalle luci infinite delle “mie montagne”.

Sono socio AFNI – FVG, ho partecipato a molte mostre, mie immagini sono state segnalate e premiate in concorsi nazionali ed internazionali ed altre sono state pubblicate in prestigiose riviste specializzate.

Sono coautore dei libri fotografici “Carnia Confine tra cielo e terra” e “Carnia scrigno di emozioni” e molti miei lavori sono stati pubblicati in alcune prestigiose opere editoriali (Luci e Silenzi nel Parco delle Prealpi Giulie, Belpaese Natura, Sinfonia di Colori per citarne alcuni).

Mi contraddistingue l’amore per la mia terra e il senso di appartenenza ad essa. Sento intensa la forza delle mie radici.

WILLY DI GIULIAN

Sono nato in Belgio nel 1966, e ancor bambino sono rientrato in Friuli ad Arba.

Sposato con due figli vivo a Maniago a ridosso del parco delle Dolomiti Friulane.

Lavoro in un gruppo Industriale Veneto dove ricopro una carica manageriale.

La fotografia è una parte integrante della mia famiglia, un mio prozio aveva uno studio fotografico nel quale, fin da bambino, mi aggiravo osservandone i contenuti; la luce rossa della camera oscura, le stampe appese ad asciugare e soprattutto una vecchia macchina fotografica a banco ottico.

Ne divento però consapevole solo durante l’adolescenza, periodo in cui mi appassiono ad essa studiandola, coltivandola e ampliandola secondo un mio stile.

Dedico quasi tutto il mio tempo libero a questa forma d’arte catturando segreti e dettagli del mondo che ci circonda.

Amo la fotografia naturalistica in particolare quella di paesaggio e la macrofotografia.

Cerco di raccontare quello che vede il mio cuore attraverso immagini “artistiche” con l’uso delle luci, dei colori, delle forme, dei movimenti.

Lo scopo è di trasmettere l’emozione vissuta nell’istante dello scatto.

Ogni immagine ha la propria storia da raccontare.

Sono autore del libro fotografico “Colvera tra silenzi e poesia” pubblicato nel 2016.

Sono coautore del libro fotografico “La magia dei Boschi” pubblicato nel 2021.

Ho esposto in molteplici mostre e collaborato in pubblicazioni ottenendo anche diversi riconoscimenti in prestigiosi concorsi nazionale ed internazionali.

Sono membro della sezione Friulana dell’A.F.N.I. Associazione Fotografi Naturalisti Italiani.

 

 

Ingresso libero fino a disponibilità posti

Si ringrazia il Palmanova Village per l’ospitalità

Torna al CFP Paolo Marchetti!
Dopo il corso sul “Reportage fotografico” dello scorso novembre al teatro Modena, il pubblico avrà modo di confrontarsi nuovamente con Paolo sul tema: “L’approccio narrativo”.

Paolo Marchetti è un fotografo internazionale del National Geographic e di altre prestigiose testate, vincitore di numerosi premi tra cui il prestigioso World Press Photo.

Sito internet personale: www.paolomarchetti.org

Profilo Instagram: @paolomarchettiphoto

La serata si svolgerà su piattaforma ZOOM lunedì 23 gennaio dalle 20:30 ed è gratuita ed aperta a tutti.

Accesso tramite questo link:

https://us02web.zoom.us/meeting/register/tZUoc-irqzMsHdzGz1PD6gUvq1Ud-Rq7botB

 

 

 

In partenza i Corsi Base ed Avanzato di FOTOGRAFIA e FOTORITOCCO 2023 del Circolo Fotografico Palmarino APS BFI.
Le lezioni si svolgeranno a partire dalle 20:30 in presenza presso la sala riunioni del Palmanova Outlet Village e, contemporaneamente, anche su piattaforma Zoom sul web.

Le lezioni avranno il seguente calendario:

CORSO BASE 2023:

1 – Venerdì 20 gennaio: “Conoscere e usare al meglio la macchina fotografica

2 – Venerdì 27 gennaio:”Fotografare al meglio (anche) con lo smartphone

3 – Venerdì 3 febbraio: “Come comporre l’immagine nel mirino per risultati spettacolari

4 – Venerdì 10 febbraio: “Fotoritocco essenziale e facile con Lightroom e Photoshop – 1^ parte

5 – Venerdì 24 febbraio: “Fotoritocco essenziale e facile con Lightroom e Photoshop – 2^ parte

6 – Uscita pratica con i corsisti sabato 11 febbraio

 

CORSO AVANZATO 2023:

1 – Venerdì 3 marzo: “Miglioriamo i nostri scatti con una corretta composizione fotografica

2 – Venerdì 10 marzo: “Miglioriamo i nostri scatti con tecniche avanzate di fotografia

3 – Venerdì 17 marzo: “Miglioriamo i nostri scatti con Lightroom/Photoshop 1^ parte

4 – Venerdì 24 marzo: “Miglioriamo i nostri scatti con Lightroom/Photoshop/maschere luminosità 2^ parte

5 – Venerdì 31 marzo: serata di commento tecnico/compositivo di immagini proposte dai partecipanti al Corso Avanzato

6 – Uscita pratica con i corsisti sabato 1 aprile

LEZIONE EXTRA PER CORSI BASE + AVANZATO:

7 – (data da concordare Con Corsisti) serata dedicata alla Fotografia di paesaggio

 

Le lezioni avranno una durata di circa 2 ore ciascuna e si svolgeranno in presenza presso la sala riunioni del Palmanova Outlet Village e, contemporaneamente, anche su piattaforma Zoom sul web. Ai partecipanti via Zoom verranno fornite le credenziali di accesso riservate.

Tutors:
Alberto Missana
Boris Nanut
Luigino Snidero
Marco Manzini
Marco Rigatti
Paolo Vercesi

Inoltre è a disposizione dei corsisti un forum web di discussione attivo 24h per formulare domande (che riceveranno risposte in tempi ragionevoli) e per la pubblicazione di proprie immagini (che verranno commentate tecnicamente ed esteticamente dagli esperti del Circolo).

 

Quote di partecipazione:

Tesseramento al Circolo obbligatorio + corso base: complessivamente 65 euro

Tesseramento al Circolo obbligatorio + corso avanzato: complessivamente 65 euro

Tesseramento al Circolo obbligatorio + corsi base e avanzato: complessivamente 90 euro


Oltre alla partecipazione ai corsi, il tesseramento al Circolo Fotografico Palmarino APS BFI dà diritto
:

 alla partecipazione alle serate su Zoom ed in presenza riservate ai soli Soci, a riunioni, serate, eventi, mostre ed ogni altra iniziativa del CFP con carattere di gratuità;
 alla partecipazione alle escursioni fotografiche del Circolo riservate ai Soci
– ad usufruire (previa formazione specifica) della sala pose con luci flash, luci led continue, fondali
– a ricevere la newsletter settimanale con le nostre iniziative, spesso riservate ai soli Soci
– a ricevere in prestito gratuito libri fotografici e strumenti di taratura monitor, secondo il vigente regolamento.

Ricapitolando:
Iscrizione CFP + Corso Base (7 lezioni) = 65 €
Iscrizione CFP + Corso Avanzato (7 lezioni) = 65 €
Iscrizione CFP + Corso Base + Corso Avanzato (13 lezioni) = 90 €

Le persone che intendano iscriversi ai Corsi, dovranno compilare in tutte le sue parti questo MODULO ed inviarlo via mail, possibilmente assieme a copia del bonifico, a cfpalmarino@gmail.com

Per il pagamento anticipato, procedere con un bonifico a favore del Circolo Fotografico Palmarino APS BFI su Banca TER Manzano con questi dati:

Beneficiario: “Circolo Fotografico Palmarino”
IBAN: IT55J0863163930000000005243
Causale: “Nome Cognome iscrizione Corso Base (o Avanzato, o Base + avanzato) anno 2023”

Il MODULO compilato in tutte le sue parti e debitamente sottoscritto e copia del bonifico vanno inviati all’indirizzo mail: cfpalmarino@gmail.com

Domenica 4 dicembre, ore 11:30 – Polveriera Garzoni, Contrada Garzoni, Palmanova:
“THEY TOOK AWAY OUR VOICE”  Inaugurazione della mostra
Palmanova dà voce alle donne del campo profughi di Diavata (Grecia) con una mostra che espone 50 scatti della scuola di fotografia condotta da Mattia Bidoli.
A cura di Circolo Fotografico Palmarino con Quick Response Team, Naomi e Comune di Palmanova.
Mostra aperta dal 4 dicembre all’8 gennaio, 8 e 26 dicembre, tutti i venerdì, sabato e domenica: dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18.30. La mostra chiude il 25/12 e 1/1. Ingresso libero

 

Per Donazioni a favore dell’associazione NAOMI:

IBAN DE27 5206 0410 0105 0013 40
BIC GEDEF1EK1 Evangelische Bank
Causale : photography school

Il video completo dell’inaugurazione è visionabile QUI

 

Sabato 3 dicembre, ore 15:00, Teatro G. Modena
Alberto Missana:
Il linguaggio della luce

Sabato 3 dicembre, ore 20:30, Teatro G. Modena
Luca Venturi:
Siena Awards: un diverso approccio alla fotografia
 

Domenica 4 dicembre, ore 11:30, Polveriera Napoleonica Contrada Garzoni
Photography School di Diavata:
“They took away our voice

Torna sabato 3 dicembre e domenica 4 dicembre il consueto appuntamento annuale con il Palmanova Fotografia – Photo Show 2022 organizzato, per il 7° anno consecutivo, dal Circolo Fotografico Palmarino APS BFI.

L’evento è completamente gratuito ed aperto a tutti gli appassionati di fotografia ed a quanti vorranno godersi i 3 splendidi eventi che ne faranno da corollario.

Si comincia alle 15:00 di sabato 3 dicembre al teatro Modena, con “Il linguaggio della luce“, conferenza sull’uso della luce in fotografia a cura di Alberto Missana.

Fotografare significa “scrivere con la luce“, per poter comunicare dobbiamo conoscere la grammatica di questo linguaggio per saper trasmettere il nostro messaggio in maniera chiara.
Ad esempio: qual è la luce più adeguata per dare una sensazione di ottimismo?
O di raffinatezza?

Alberto Missana ci accompagnerà in un viaggio attraverso le diverse sensazioni che la luce può trasmettere illustrando i fattori che le determinano e gli schemi di illuminotecnica per ottenerle.

Si continua alle 20:30 di sabato 3 dicembre, sempre al teatro Modena, con “Siena Awards: un diverso approccio alla fotografia“.

Le immagini più belle del più bel contest fotografico al mondo, il SIPA (Siena International Photo Award), arrivano da Siena e da tutto il mondo finalmente a Palmanova, dopo 2 anni di attesa a causa della pandemia.

A raccontarle sarà direttamente il “padre” del SIPALuca Venturi.

 

E si prosegue ancora: alle 11:30 di domenica 4 dicembre, presso lo spazio espositivo della Polveriera Napoleonica di Contrada Garzoni, alla presenza delle autorità, verrà inaugurata l’imperdibile mostra “They took away our voice“, con le splendide immagini delle ragazze e donne della “Photography School” del campo profughi di Diavata (Grecia). Interverranno il loro tutor, Mattia Bidoli e, in collegamento audio/video dalla Grecia, alcune delle autrici.

La “Photography School” nasce nel nord della Grecia nel novembre del 2020 all’interno di Casa Base, il “safe space” creato dall’Ong QRT ( Quick Response Team) per la popolazione femminile del campo profughi di Diavata, in Grecia.

All’interno della struttura abbiamo creato un’aula di fotografia dove le ragazze e donne che vi partecipano possano sentirsi al sicuro e libere di esprimersi.

Fotografare è un mezzo per creare una relazione, un mezzo per guardare agli altri e al mondo in modo personale, intimo, ti stimola a esplorare, a conoscere e conoscerti. Ti insegna a non avere paura.

La fotografia è in grado di cambiarti: sia che tu stia da una parte o dall’altra dell’obbiettivo alcune foto hanno il potere di evocare contenuti emotivi, pensieri e significati dei quali alle volte non si è consapevoli a un primo sguardo.

Dal 2020 ad oggi sono più di 40 le ragazze e donne del campo che tra un’età compresa dai 10 ai 34 anni hanno preso parte alla scuola di fotografia. Vengono dall’Afganistan, Iran, Kurdistan, Iraq, Syria.

Le ragazze hanno all’attivo diverse mostre fotografiche in Europa, collaborando anche con l’UNHCR, Medici Senza Frontiere, Art 4 Humanity e diverse altre realtà.

I loro lavori sono apparsi su diversi quotidiani e magazine internazionali (CNN, il venerdì di repubblica) e le foto si sono aggiudicate diversi premi e i riconoscimenti:
– “Single Shot” Festival della fotografia etica
– World Peace Photo Award
– 1st prize photography “Champion of Equality

– 2 posto a “Roma Fotografia”

 “They took away our voice. 
So we will tell our story through pictures instead.

INGRESSO LIBERO IN TEATRO E IN POLVERIERA

Orari della mostra:
dal 4 dicembre all’8 gennaio, 8 e 26 dicembre, tutti i venerdì, sabato e domenica: dalle 10:00 alle 12:00 e dalle 15:00 alle 18:30.
La mostra rimane chiusa il 25 dicembre e l’1 gennaio.

Per info: cfpalmarino@gmail.com

 

 

Il 3 dicembre 2022 si apre ufficialmente il tesseramento al Circolo Fotografico Palmarino APS BFI per l’anno 2023.

Sarà possibile tesserarsi:

  • ONLINE tramite Bonifico da effettuarsi su IBAN: IT55J0863163930000000005243 con causale: “Tesseramento CFP anno 2022 di Nome Cognome.
    INVIARE RICEVUTA DEL BONIFICO CONTESTUALMENTE AL PRESENTE MODULO DEBITAMENTE COMPILATO E SOTTOSCRITTO A
    cfpalmarino@gmail.com

  • IN PRESENZA dalle ore 14:00 alle ore 15:00 e dalle 20:00 alle 20:30 di sabato 3 dicembre 2022 presso il teatro G. Modena in Palmanova in occasione del PHOTO SHOW 2022.

La quota di iscrizione, invariata rispetto agli anni scorsi, è di 30 euro e dà diritto:
– alla partecipazione alle serate ed agli eventi Zoom e/o in presenza riservati ai soli Soci, a riunioni, serate ed ogni altra iniziativa del CFP con carattere di gratuità;
– alle escursioni fotografiche del Circolo riservate ai Soci
– ad usufruire dei previsti sconti per l’acquisto di materiale fotografico presso SME Gradisca;
– ad usufruire (previa formazione specifica) della sala pose
– a ricevere la newsletter settimanale con le nostre iniziative, spesso riservate ai soli Soci
– a partecipare con le proprie foto e le proprie multivisioni (se selezionate) agli eventi CFP
– a ricevere in prestito gratuito libri e strumenti di taratura, secondo il vigente regolamento
ad accedere alle sezioni riservate ai soli Soci sul forum online del CFP.

A breve inseriremo anche le modalità per l’iscrizione ai corsi di Fotografia, che stiamo definendo ed organizzando per il 2023.

Per l’adesione 2023 al CFP, è necessario scaricare e compilare in tutte le sue parti questo modulo ed inviarlo compilato e firmato, possibilmente assieme a copia o agli estremi del bonifico, a cfpalmarino@gmail.com

Modulo di adesione CFP 2023

 

 

 

“Per Portfolio Fotografico s’intende un complesso d’immagini coerenti, connesse fra di loro, che possieda una logica d’insieme e che riesca ad acquisire, tramite la razionalità di un adeguato accostamento, un significato unico in grado di esprimere l’idea dell’Autore.

Fulvio Merlak

Fulvio Merlak, già Presidente nazionale della FIAF (Federazione Italiana Associazioni Fotografiche), sarà nostro ospite su piattaforma Zoom lunedì 21 novembre alle 20:30.
Fulvio ha al suo attivo centinaia di letture di portfolio fotografici e ne è uno dei più grandi esperti nazionali.

Un portfolio fotografico dovrebbe essere una raccolta coerente ed uniforme dei nostri scatti migliori, o almeno di quelli che noi riteniamo i migliori, ed il cui scopo dovrebbe essere quello di far conoscere agli altri il nostro lavoro ed il nostro stile.
Ma è davvero così? Come si prepara? Come si legge?
Scopriamolo assieme a Fulvio Merlak lunedì 21 novembre in diretta Zoom

La serata è gratuita ed aperta a tutti.

Accesso tramite questo  link: https://us02web.zoom.us/meeting/register/tZUoc-irqzMsHdzGz1PD6gUvq1Ud-Rq7botB

 

 

 

Sabato 3 dicembre, ore 15:00, Teatro G. Modena
Alberto Missana:
Il linguaggio della luce

Sabato 3 dicembre, ore 20:30, Teatro G. Modena
Luca Venturi:
Siena Awards: un diverso approccio alla fotografia
 

Domenica 4 dicembre, ore 11:30, Polveriera Napoleonica Contrada Garzoni
Photography School di Diavata:
“They took away our voice

Torna sabato 3 dicembre e domenica 4 dicembre il consueto appuntamento annuale con il Palmanova Fotografia – Photo Show 2022 organizzato, per il 7° anno consecutivo, dal Circolo Fotografico Palmarino APS BFI.

L’evento è completamente gratuito ed aperto a tutti gli appassionati di fotografia ed a quanti vorranno godersi i 3 splendidi eventi che ne faranno da corollario.

Si comincia alle 15:00 di sabato 3 dicembre al teatro Modena, con “Il linguaggio della luce“, conferenza sull’uso della luce in fotografia a cura di Alberto Missana.

Fotografare significa “scrivere con la luce“, per poter comunicare dobbiamo conoscere la grammatica di questo linguaggio per saper trasmettere il nostro messaggio in maniera chiara.
Ad esempio: qual è la luce più adeguata per dare una sensazione di ottimismo?
O di raffinatezza?

Alberto Missana ci accompagnerà in un viaggio attraverso le diverse sensazioni che la luce può trasmettere illustrando i fattori che le determinano e gli schemi di illuminotecnica per ottenerle.

Si continua alle 20:30 di sabato 3 dicembre, sempre al teatro Modena, con “Siena Awards: un diverso approccio alla fotografia“.

Le immagini più belle del più bel contest fotografico al mondo, il SIPA (Siena International Photo Award), arrivano da Siena e da tutto il mondo finalmente a Palmanova, dopo 2 anni di attesa a causa della pandemia.

A raccontarle sarà direttamente il “padre” del SIPALuca Venturi.

 

E si prosegue ancora: alle 11:30 di domenica 4 dicembre, presso lo spazio espositivo della Polveriera Napoleonica di Contrada Garzoni, alla presenza delle autorità, verrà inaugurata l’imperdibile mostra “They took away our voice“, con le splendide immagini delle ragazze e donne della “Photography School” del campo profughi di Diavata (Grecia). Interverranno il loro tutor, Mattia Bidoli e, in collegamento audio/video dalla Grecia, alcune delle autrici.

La “Photography School” nasce nel nord della Grecia nel novembre del 2020 all’interno di Casa Base, il “safe space” creato dall’Ong QRT ( Quick Response Team) per la popolazione femminile del campo profughi di Diavata, in Grecia.

All’interno della struttura abbiamo creato un’aula di fotografia dove le ragazze e donne che vi partecipano possano sentirsi al sicuro e libere di esprimersi.

Fotografare è un mezzo per creare una relazione, un mezzo per guardare agli altri e al mondo in modo personale, intimo, ti stimola a esplorare, a conoscere e conoscerti. Ti insegna a non avere paura.

La fotografia è in grado di cambiarti: sia che tu stia da una parte o dall’altra dell’obbiettivo alcune foto hanno il potere di evocare contenuti emotivi, pensieri e significati dei quali alle volte non si è consapevoli a un primo sguardo.

Dal 2020 ad oggi sono più di 40 le ragazze e donne del campo che tra un’età compresa dai 10 ai 34 anni hanno preso parte alla scuola di fotografia. Vengono dall’Afganistan, Iran, Kurdistan, Iraq, Syria.

Le ragazze hanno all’attivo diverse mostre fotografiche in Europa, collaborando anche con l’UNHCR, Medici Senza Frontiere, Art 4 Humanity e diverse altre realtà.

I loro lavori sono apparsi su diversi quotidiani e magazine internazionali (CNN, il venerdì di repubblica) e le foto si sono aggiudicate diversi premi e i riconoscimenti:
– “Single Shot” Festival della fotografia etica
– World Peace Photo Award
– 1st prize photography “Champion of Equality

– 2 posto a “Roma Fotografia”

 “They took away our voice. 
So we will tell our story through pictures instead.

INGRESSO LIBERO IN TEATRO E IN POLVERIERA

Orari della mostra:
dal 4 dicembre all’8 gennaio, 8 e 26 dicembre, tutti i venerdì, sabato e domenica: dalle 10:00 alle 12:00 e dalle 15:00 alle 18:30.
La mostra rimane chiusa il 25 dicembre e l’1 gennaio.

Per info: cfpalmarino@gmail.com

 

 

In data sabato 5 e domenica 6 novembre 2022 il Circolo Fotografico Palmarino APS BFI organizza il workshop “IL REPORTAGE FOTOGRAFICO”

Programma:

Sabato 5 novembre
 
Modulo 1: Il reportage per il fotoamatore
Docente: Alberto Missana

Alberto Missana è autore di diversi libri a tema reportage, è parte del corpo docente e vicepresidente del Circolo Fotografico Palmarino.

Sito internet personale: www.accademiadelleidee.it
Profilo Instagram: @alberto.culturafotografica

Domenica 6 novembre

Modulo 2: Il “Metodo PRO Photographer”
Docente: Paolo Marchetti

Paolo Marchetti è un fotografo internazionale National Geographic, vincitore di numerosi premi tra cui il prestigioso World Press Photo.

Sito internet personale: www.paolomarchetti.org
Profilo Instagram: @paolomarchettiphoto

Luogo:

Il workshop si terrà nella prestigiosa cornice del Teatro Luigi Modena, Palmanova, UD

Quota partecipazione al workshop

Quota socio Circolo: 30 €

Quota non socio: 30 € per workshop + 30 € per la tessera associativa del Circolo

La tessera darà diritto a partecipare alle attività del Circolo dal momento dell’iscrizione fino al 31/12/2023.

NOTA: Iscrizioni dell’ultimo minuto presso Teatro: quota 30€ + 5€

Iscrizioni

Socio Circolo CFP: effettuare il versamento di 30 € tramite bonifico bancario indicando nella causale:
“Workshop Reportage Marchetti/Missana 2022”

Non socio circolo CFP: effettuare il versamento di 60 € tramite bonifico bancario indicando nella causale “Workshop Reportage Marchetti/Missana 2022 + tessera socio 2023” e compilazione modulo di iscrizione allegato a questo post.

Il versamento con bonifico bancario sarà intestato a:

“Circolo Fotografico Palmarino APS BFI”

IBAN: IT55J0863163930000000005243

Date e orari

Il workshop si terrà sabato 5 e domenica 6 novembre 2022, orari 9.00 – 13.00; 14.00 – 18.00

Sabato 5 novembre, ore 8.15–9.00: registrazione corsisti presso Teatro Modena

Socio: presentarsi con copia del bonifico bancario

Non Socio: presentarsi con copia del bonifico bancario + modulo di iscrizione al Circolo compilato

Iscrizioni dell’ultimo minuto presso Teatro: quota 30€ + 5€

Preiscrizione e modulo di adesione qui: https://www.cfpalmarino.it/forum/index.php/topic,28851.0.html