Autore Topic: Big Bang  (Letto 128 volte)

ROMZIO

  • 15 mm
  • *
  • Post: 87
  • Epocale. Evento epocale. Ce n'è ogni giorno.
Big Bang
« il: Marzo 28, 2022, 09:47:44 am »
Questa immagine deriva dalla sovrapposizione e dalla complessa elaborazione di 3 scatti raffiguranti reti da pesca, corde e galleggianti di sughero. Le elaborazioni sono state, nell'ordine: filtro distorsione (effetto spirale), sfocatura dioaframma, filtro artistico (effetto spugna), plug-in Color Efex Pro 2 (preset Midnight), colore blu, posterizzazione, plug-in Viveza 2, plug-in Analog Efex Pro 4, ritaglio quadrato.
La foto è stata pubblicata sulla rivista FOTOGRAFARE, nr. 18, aprile 2021, p. 56 (sezione: Photowall, Voi Autori), con il seguente commento: "Un big bang di colori. E' quanto l'autore di questa immagine ha voluto ricreare elaborando tre immagini sovrapposte raffiguranti reti da pesca, corde e galleggianti di sughero. Ne è nato un vortice di colori che si mescolano e si fondono dall'esterno verso l'interno, diventando sempre più luminosi e nitidi. Il ritaglio quadrato incornicia armoniosamente la spirale. Anche se la complessa postproduzione ha impastato un po' troppo i colori, l'immagine resta d'impatto e ipnotica".
Ezio Romano

boris

  • Moderatore
  • 50 mm
  • *****
  • Post: 1301
  • Malmesso
Re:Big Bang
« Risposta #1 il: Marzo 28, 2022, 10:58:31 pm »
Pur non essendo io un amante del genere, trovo l'immagine davvero ipnotica e ne risulta un astratto intrigante.  :ok:

L'unica cosa che personalmente mi disturba un po' è l'eccessiva posterizzazione nella parte esterna, ma è questione di gusti, soprattutto in questo genere, dove alla fine davvero tutto risulta lecito e non vi è un "giusto" o "sbagliato".
f/8 and be there

ROMZIO

  • 15 mm
  • *
  • Post: 87
  • Epocale. Evento epocale. Ce n'è ogni giorno.
Re:Big Bang
« Risposta #2 il: Marzo 29, 2022, 12:11:58 pm »
La rivista FOTOGRAFARE aveva proposto ai lettori il tema "Astrazioni": non avevo alcuno scatto da proporre, perché non mi ero mai impegnato in questo campo della fotografia. Ho cominciato a consultare il mio archivio e ho estratto tre immagini  scattate a Grado: reti da pescatore, galleggianti e sugheri. Materiali colorati, informi, di scarso interesse devo dire. "Giocando" con queste immagini per tentativi-ed-errori piano piano ha preso corpo l'idea di descrivere, con un'immagine, il Big Bang: il grande evento che avrebbe dato origine all'Universo. Sono arrivato all'idea di spirale che, partendo da un centro definito e luminoso, si espandesse sempre più a "riempire lo spazio" fino a quel momento vuoto. Questa, almeno, è la vulgata: se tra di voi c'è un laureato in fisica probabilmente avrebbe mille buoni motivi per contestare questa mia descrizione.
Insomma, è stato un gioco: ho inviato la foto alla rivista, pensando che l'avrebbero immediatamente cestinata per la sua banalità e insignificanza. Me la sono ritrovata stampata (male) sulla pagina: colori smorti, scuri. Un effetto completamente diverso da quello che appare a video.
Se qualcuno mi chiedesse di rifare questo gioco non saprei da dove cominciare: anche se potrei tirarne fuori dal cassetto altre (i miei "universi paralleli") ho definitivamente chiuso con queste "astrazioni" che hanno poco di fotografia, e molto più di grafica. Però ammetto che un certo fascino questa immagine la esercita: ne ho fatto una riproduzione su alluminio, nelle dimensioni 60x60cm: è appesa alla parete del salotto sopra una poltrona Helix Chair (Karmelina Martina), di colore nero. La sua figura la fa e gli ospiti la guardano con un certo interesse e molta curiosità.
Ezio Romano