Autore Topic: Scorciatoie per paesaggi più belli  (Letto 499 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Giugno 30, 2020, 04:40:23 pm
  • Amministratore Mannaro
  • Administrator
  • 200 mm
  • *****
  • Post: 41063
  • Amministratore Mannaro
    • Luigino Snidero Photography

Sperando di fare cosa gradita e per renderla ulteriormente condivisibile, pubblico (a puntate) la mia videolezione dello scorso 22 giugno.


L’immagine che vedete è stata scattata 3 anni fa nei pressi dell’Oceanario di Lisbona. La giornata grigia mi ha suggerito già in fase di scatto la conversione in bianco e nero. Le figure che si spostano sulla passerella aggiungono dinamismo. L’ampia parte di cielo chiaro nella parte superiore si chiude con l’arrivo delle due cabine della teleferica ed i relativi cavi.
L’occhio cade particolarmente sul pattern geometrico della passerella e del ponte, sale e rimbalza senza uscire mai dal fotogramma. Lo spazio negativo bianco mi è parso perfetto per l'ancoraggio dell titolo della videolezione "Scorciatoie per paesaggi più belli", per il quale ho utilizzato il font Avenir.
Posto comunque la sola foto "nuda".
Luigino

Il mio SITO - il mio BLOG

#ancoraprudenza ...e posto sul forum!


Giugno 30, 2020, 09:14:51 pm
Risposta #1

 le persone sulla passerella aggiungono tantissimo ad una foto già di per se notevole  :ok: :ok: :ok:
Non potete fare affidamento sui vostri occhi se la vostra immaginazione è fuori fuoco


Luglio 01, 2020, 10:51:18 am
Risposta #2
  • Amministratore Mannaro
  • Administrator
  • 200 mm
  • *****
  • Post: 41063
  • Amministratore Mannaro
    • Luigino Snidero Photography

Luigino

Il mio SITO - il mio BLOG

#ancoraprudenza ...e posto sul forum!


Luglio 01, 2020, 10:55:09 am
Risposta #3
  • Amministratore Mannaro
  • Administrator
  • 200 mm
  • *****
  • Post: 41063
  • Amministratore Mannaro
    • Luigino Snidero Photography

2^ pillola palliativa per malati di fotografia (da Scorciatoie per paesaggi più belli)

GUARDATI dentro, prima di guardarti in giro, e scopri che fotografo sei o vorresti essere e che visione hai della fotografia, in particolare di quella di paesaggio.

Io, per esempio, amo molto gli approcci minimalisti. In questa immagine è il ramo piantato chissà da chi nella laguna di Grado a dare forza al fotogramma. A livello compositivo, il ramo che taglia la linea dell’orizzonte congiunge il sotto con il sopra. La difficoltà tecnica è stata quella di avere il ramo fermo con tempi molto lunghi e con un certo vento. Vento che si può immaginare dalle diagonali sul crespo dell’acqua. Ho fatto diversi tentativi. Questo è uno di quelli fortunati.



Luigino

Il mio SITO - il mio BLOG

#ancoraprudenza ...e posto sul forum!


Luglio 02, 2020, 07:48:12 am
Risposta #4
  • Amministratore Mannaro
  • Administrator
  • 200 mm
  • *****
  • Post: 41063
  • Amministratore Mannaro
    • Luigino Snidero Photography

(2^ PARTE)

 2^ pillola palliativa per malati di fotografia (da Scorciatoie per paesaggi più belli)

GUARDATI dentro, prima di guardarti in giro, e scopri che fotografo sei o vorresti essere e che visione hai della fotografia, in particolare di quella di paesaggio.

...40 minuti prima (marea qui più alta), stesso giorno, stesso posto, campo più largo ed ancora più minimal, con la sottrazione dei colori ed un tono molto high key. Come forse a questo punto avrete già capito, amo molto il bianco e nero. Come fotografo ho cominciato negli anni '80 da quello: ingranditore sulla lavatrice e bacinelle su un supporto di compensato sopra la vasca da bagno, dove avveniva il lavaggio delle stampe dopo il fissaggio. Filo e mollette per l'asciugatura delle foto.
Luigino

Il mio SITO - il mio BLOG

#ancoraprudenza ...e posto sul forum!


Luglio 02, 2020, 11:47:48 am
Risposta #5
  • Socio 2019/2020
  • 85 mm
  • **
  • Post: 1646
  • fotografo in stand by

Sperando di fare cosa gradita e per renderla ulteriormente condivisibile, pubblico (a puntate) la mia videolezione dello scorso 22 giugno.


L’immagine che vedete è stata scattata 3 anni fa nei pressi dell’Oceanario di Lisbona. La giornata grigia mi ha suggerito già in fase di scatto la conversione in bianco e nero. Le figure che si spostano sulla passerella aggiungono dinamismo. L’ampia parte di cielo chiaro nella parte superiore si chiude con l’arrivo delle due cabine della teleferica ed i relativi cavi.
L’occhio cade particolarmente sul pattern geometrico della passerella e del ponte, sale e rimbalza senza uscire mai dal fotogramma. Lo spazio negativo bianco mi è parso perfetto per l'ancoraggio dell titolo della videolezione "Scorciatoie per paesaggi più belli", per il quale ho utilizzato il font Avenir.
Posto comunque la sola foto "nuda".
Molto molto bella :ok:
 :ciao:


Luglio 03, 2020, 12:06:26 pm
Risposta #6
  • Amministratore Mannaro
  • Administrator
  • 200 mm
  • *****
  • Post: 41063
  • Amministratore Mannaro
    • Luigino Snidero Photography

3^ pillola palliativa per malati di fotografia (da Scorciatoie per paesaggi più belli)

La MEGLIO qualità,  ovvero MEGLIO qualità che quantità (less is better): meno foto, ma di qualità, ma anche meno elementi di disturbo nella foto. Abbiamo appena visto una foto costruita solo con un ramo e senza alcun elemento di disturbo. Solo un ramo, ma trametteva una grande sensazione di spazi aperti, di potenza della natura.

Quindi in generale la fotografia di paesaggio esige la massima qualità. Che non significa necessariamente macchine e obiettivi particolarmente costosi, ma saperla spremere dalla propria attrezzatura. Bisogna conoscere i limiti tecnici di quello che stiamo usando e sfruttare le caratteristiche dell'attrezzatura al massimo. La fotografia di paesaggio, poi, non si improvvisa, esige conoscenze tecniche, che però sono alla portata proprio di tutti, esige studio e preparazione, a volte persino preparazione fisica. Qui siamo a Plitvice in autunno e pioveva «che Dio la mandava». Ho sempre fotografato anche sotto la pioggia e non mi era mai successo niente. La macchina che ho utilizzato qui era una superprofessionale Canon 5Ds R da 50 e rotti megapixel. Dopo soli pochi scatti, si è allagata e non ho potuto far altro che osservare i miei compagni di viaggio scattare per il resto del giorno e tutto l'indomani. Ho fatto il reso a Fotocolombo appena rientrato in Italia. La seconda macchina mi è arrivata in una scatola tutta fracassata dal corriere ed ho rifatto per la seconda volta il reso. Al terzo tentativo è andata bene. Qui ho usato un teleobiettivo per isolare queste cascate, piuttosto lontane, e circondarle del colorato foliage autunnale. La composizione è giocata sui pattern ritmico e regolare delle linee dell’acqua che cade e dal ripetersi in controcanto degli alberi della foresta, più disordinati.
Luigino

Il mio SITO - il mio BLOG

#ancoraprudenza ...e posto sul forum!


Luglio 04, 2020, 08:08:40 am
Risposta #7
  • Amministratore Mannaro
  • Administrator
  • 200 mm
  • *****
  • Post: 41063
  • Amministratore Mannaro
    • Luigino Snidero Photography

(2^ PARTE)

3^ pillola palliativa per malati di fotografia (da Scorciatoie per paesaggi più belli)

La MEGLIO qualità,  ovvero MEGLIO qualità che quantità (less is better): meno foto, ma di qualità, ma anche meno elementi di disturbo nella foto. Abbiamo appena visto una foto costruita solo con un ramo e senza alcun elemento di disturbo. Solo un ramo, ma trametteva una grande sensazione di spazi aperti, di potenza della natura.

...Ma questo non significa che sia indispensabile utilizzare fotocamere particolarmente costose: la migliore è sempre quella che abbiamo con noi. Questo scatto è fatto con il cellulare al trabucco di Lignano durante una passeggiata pomeridiana appena pochi giorni fa. Tutte le linee, diagonali e rette, convergono verso il centro, dove si trova il trabucco. L’equilibrio è spezzato dalla figura appoggiata  al corrimano sulla sinistra, che aggiunge dinamismo. La conversione in Bianco e nero con Nik Silver Efex aggiunge invece drammaticità ad un momento altrimenti normale.
Luigino

Il mio SITO - il mio BLOG

#ancoraprudenza ...e posto sul forum!


Luglio 04, 2020, 05:10:56 pm
Risposta #8

Immagini spettacolari Luigino... e chetelodicoaffá!  :pardon: :pardon:

 :ciao: :ciao:
Marco

---------------


"Tutti possono avere una matita ed un pezzo di carta, ma pochi sono i poeti" Elliott Erwitt


Luglio 05, 2020, 05:13:00 am
Risposta #9
  • Socio 2019/2020
  • 200 mm
  • **
  • Post: 8992
  • photographer



Luglio 05, 2020, 10:06:26 am
Risposta #10
  • Amministratore Mannaro
  • Administrator
  • 200 mm
  • *****
  • Post: 41063
  • Amministratore Mannaro
    • Luigino Snidero Photography

Luigino

Il mio SITO - il mio BLOG

#ancoraprudenza ...e posto sul forum!


Luglio 05, 2020, 10:10:06 am
Risposta #11
  • Amministratore Mannaro
  • Administrator
  • 200 mm
  • *****
  • Post: 41063
  • Amministratore Mannaro
    • Luigino Snidero Photography

4^ pillola palliativa per malati di fotografia (da Scorciatoie per paesaggi più belli)

Non è affatto facile...
LA FOTOGRAFIA di paesaggio non è affatto facile, e lo capiremo presto: devi rimanere concentrato e motivato per ottenere lo scatto che tanto desideri realizzare.
Una foto così non si improvvisa… bisogna conoscere il posto da prima, sapere dove sorgerà il sole, dove calerà, a che ora …significa esserci al momento giusto, piazzarsi nel posto giusto, fare lo scatto giusto. Qui siamo dalle parti di Belvedere di Grado, da sopra l’argine. Il sole, al tramonto, era molto debole, siamo a gennaio, ma entra con forza nella composizione, tra le due lingue di sabbia in secca, che sono come due frecce che ci indicano dove dobbiamo guardare, e aggiunge un tocco di rosso e viola al blu che per il resto caratterizza questa immagine giocata sui chiaroscuri. Il taglio panoramico è di fatto obbligato e la forte vignettatura ne accentua la necessità.
Luigino

Il mio SITO - il mio BLOG

#ancoraprudenza ...e posto sul forum!


Luglio 05, 2020, 11:59:17 am
Risposta #12

Marco

---------------


"Tutti possono avere una matita ed un pezzo di carta, ma pochi sono i poeti" Elliott Erwitt


Luglio 05, 2020, 02:09:11 pm
Risposta #13

tutte stupende , complimenti   :ciao:


ps. ....... non siamo mica obbligati a scegliere vero ? No perchè vado in crisi  :)
Non potete fare affidamento sui vostri occhi se la vostra immaginazione è fuori fuoco


Luglio 07, 2020, 08:55:54 am
Risposta #14
  • Amministratore Mannaro
  • Administrator
  • 200 mm
  • *****
  • Post: 41063
  • Amministratore Mannaro
    • Luigino Snidero Photography

Luigino

Il mio SITO - il mio BLOG

#ancoraprudenza ...e posto sul forum!


Luglio 07, 2020, 08:58:32 am
Risposta #15
  • Amministratore Mannaro
  • Administrator
  • 200 mm
  • *****
  • Post: 41063
  • Amministratore Mannaro
    • Luigino Snidero Photography

5^ pillola palliativa per malati di fotografia (da Scorciatoie per paesaggi più belli)

Nessuno nasce «imparato»: bisogna sempre rimanere umili e guardare i lavori degli altri, capire come hanno realizzato le loro foto, farsi ispirare, ma mantenere la propria identità!
Non s’impara a fotografare compiutamente seguendo solo dei corsi tecnici, s’impara molto di più guardando le foto di quelli più bravi o più esperti di noi. Foto così si sono viste mille volte, ma quando ho avuto questa situazione davanti al naso non ho esitato a replicarla. Giornata di nebbia fitta, solo uno svasso minuscolo che attraversa il lago di Ragogna rompe l’atmosfera lattiginosa. Gli alberi si specchiano, canonicamente ciascuno nella sua metà, lo svasso, unico punto scuro in tutta l’immagine, la solca da destra verso l’occhio di chi la guarda. Ancora una volta, less is more!

Luigino

Il mio SITO - il mio BLOG

#ancoraprudenza ...e posto sul forum!


Luglio 08, 2020, 12:04:41 pm
Risposta #16
  • Amministratore Mannaro
  • Administrator
  • 200 mm
  • *****
  • Post: 41063
  • Amministratore Mannaro
    • Luigino Snidero Photography

6^ pillola palliativa per malati di fotografia (da Scorciatoie per paesaggi più belli)

Pianifica e scopri.
Nella preparazione del fotografo paesaggista entra a pieno titolo la pianificazione, che in questo genere fotografico è assolutamente fondamentale se vogliamo ottenere buoni risultati. Ci aiuta molto internet per le informazioni logistiche e meteo e per farci previsualizzare numerose interpretazioni di altri fotografi delle location che desideriamo fotografare.
Questa è una delle mie location preferite: Fossalon. E questa, tra le mie foto, è una di quelle che amo di più. La sera prima aveva piovuto molto ed evidentemente questa barchetta si è riempita d’acqua. La situazione che ho trovato mi è piaciuta particolarmente. Cavalletto, stivali e dentro in acqua. Grandangolo, filtro GND, tempo lungo e composizione centrale per valorizzare il riflesso delle poche nuvole, che comunque convergono sul sole. L’occhio arriva infatti al sole, che è il punto più luminoso, ma poi casca sulla barchetta affondata, che ci rimanda dentro l’inquadratura in loop. Il segreto qui è la bassa marea: il tempo è lungo, 4 secondi, ma la barchetta non si muove in quanto è appoggiata sul fondo. Il trucco è l'iperfocale. Una volta, sui vecchi obiettivi, manuali c'erano le tacche per impostarla, oggi i riferimenti per l'iperfocale si trovano su pochissime lenti. Come si fa? Messa a fuoco manuale sull'infinito e si torna indietro di pochi mm di barilotto. Quanti? Dipende dall'obiettivo che abbiamo e dobbiamo imparare a conoscerlo.
Luigino

Il mio SITO - il mio BLOG

#ancoraprudenza ...e posto sul forum!


Luglio 08, 2020, 01:16:26 pm
Risposta #17

Marco

---------------


"Tutti possono avere una matita ed un pezzo di carta, ma pochi sono i poeti" Elliott Erwitt


Luglio 08, 2020, 01:19:17 pm
Risposta #18
  • Socio 2019/2020
  • 85 mm
  • **
  • Post: 1646
  • fotografo in stand by

Una meglio dell'altra.
 :ciao:


Ieri alle 11:12:07 am
Risposta #19
  • Amministratore Mannaro
  • Administrator
  • 200 mm
  • *****
  • Post: 41063
  • Amministratore Mannaro
    • Luigino Snidero Photography

Luigino

Il mio SITO - il mio BLOG

#ancoraprudenza ...e posto sul forum!


 

 Personal Menu -

Hi, Guest
avatar


 Calendar -

Luglio 2020
L M M G V S D
1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31