PROGRAMMA

1 – Là dove viviamo”– visioni aerea delle prealpi Giulie e Carniche, di Giuliano Aita

– Namibia – Viaggio attraverso il deserto del Nabib – di Roberto Corrò

– Corrispondenze – Frammenti di poesia giapponese – di Cristina Noacco

4- Borealis – La magia delle luci del Grande Nord – di Marco Manzini

5 – Out There – the adventure begins – Il colorato volo delle mongolfiere – Collettiva di fotografi CFP

 

Rassegna di multivisioni del

Circolo Fotografico Palmarino

Venerdì 23 novembre ore 21:00

Tarcento

sede sociale del CAI di Via Dante 69

Serata aperta a tutti

Palmanova Outlet Village, Lunedì 3 dicembre 2018 alle 20.30

 

 

Alberto Missana presenterà il libro “Il Gioiello” che racconta la storia delle microcamere ad anello di Gianpaolo Ferro, inventore friulano.

Interverranno Stefano Giacomuzzi e Gianpaolo Ferro.

 

Palmanova Outlet Village, Lunedì 3 dicembre 2018 alle 20.30 – ingresso gratuito (fino esaurimento posti).

Il CFP organizza 2 serate dedicate alla ripresa di video con le comuni fotocamere:

  • Lunedì 12 Novembre, Sede del Circolo (serata riservata solo ai Soci): “I segreti del videomaking con la fotocamera”, a cura di Diego Caponetto

  • Lunedì 19 Novembre, sala riunioni del Palmanova Outlet Village (serata aperta a tutti):“I segreti del videomaking con la fotocamera” (short version, a cura di Diego Caponetto) proiezione del film “Lupin III, il tesoro di Venezia”(regia di Diego Caponetto). Sarà presente in sala il fondatore di Shootools (accessori per videomaking e timelapses), Cristian Bortolossi.

Il 12/11 in Sede CFP l’ingresso è riservato ai soli Soci, il 19/11 al PAOV l’ingresso è libero fino a disponibilità posti a sedere: non mancate!!!

 

Un programma fitto fitto e con grandi ospiti quello che ci attende quest’anno al Palmanova Photo Show 2018!

Si comincia l’1 Novembre alle 17:00 con l’inaugurazione della mostra “PALMANOVA TRA STORIA E MEMORIA“, curata dai Soci del Circolo Fotografico Palmarino presso la Polveriera Napoleonica di Contrada Garzoni (esposizione dall’1 al 4 Novembre con orario 15:00 – 19:00).

Foto di Alvaro Comar

 

Si prosegue al Teatro Modena, che dalle 20:30 di Venerdì 2 Novembre ospiterà ” CENT’ANNI DOPO: RICORDI DI GUERRA, SGUARDI DI PACE 1918 – 2018“:

“Cent’anni dopo – Ricordi di guerra, Sguardi di Pace” assicura il ripercorrere della storia, di uno spaccato cupo del nostro passato prossimo in piena dialettica, se non in antitesi, con il presente e la fruizione che oggi si fa dei luoghi in cui è stata combattuta la prima guerra mondiale. Immagini che immortalano i segni indelebili della guerra, altre che ne magnificano il paesaggio, altre ancora che mostrano il territorio, osservato, vissuto da persone del luogo e turisti: una presenza umana che contestualizza e mitiga l’orrore di ciò che fu.”

Dalla presentazione di Giovanna Calvenzi, curatrice/photo-editor del progetto

Luciano Gaudenzio ha seguito il sentiero tracciato dalle emozioni, guidato da ricordi poetici e dal fascino della grandiosità dei paesaggi. Il suo è uno sguardo rivolto alla natura che non dimentica la storia, che non la evidenzia ma che riconosce il lascito di memorie dolorose. A lui sono affidati il racconto del silenzio, la trascrizione della maestosità dei panorami, della bellezza apparentemente intatta e immemore della montagna.

Daniele Lira ha realizzato il viaggio più complesso, più consapevolmente legato al presente. Camminando lungo il Sentiero della pace ha documentato tutti i possibili incontri, i nuovi frequentatori, le invasive presenze di ciclisti, di sciatori, di escursionisti, di commercianti, di una folla recente che abita i luoghi del silenzio e della memoria. E tuttavia là dove il turismo massificato avrebbe potuto suscitare perplessità etiche o estetiche, Lira ha scelto un registro delicato, che documenta senza intenti di denuncia, che racconta in modo sobrio, che preferisce il sorriso all’ironia, rendendo la montagna e i suoi nuovi frequentatori protagonisti entrambi di una equilibrata e serena narrazione.

Immagine di Luciano Gaudenzio

L’evento: “ CENT’ANNI DOPO: RICORDI DI GUERRA, SGUARDI DI PACE 1918 – 2018” sono in collaborazione con Fujifilm Italia:

 

Sabato pomeriggio alle 16:00 si torna a teatro per “STANLEY KUBRICK FOTOGRAFO” a cura di Massimo Tommasini.
Massimo, dal 2012 fotografo ufficiale alla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, nonché docente di fotografia e di tecniche cinematografiche, ci illustrerà il percorso artistico ed immaginifico del grande regista, dalle sue prime immagini, scattate per la rivista Look, alla fotografia di Barry Lindon, Shininge tutti gli altri film.

Stanley Kubrick fotografo

 

Palmanova Photo Show chiude con un grande maestro della fotografia Italiana: FERDINANDO SCIANNA.
Ferdinando Scianna (Bagheria, 4 luglio 1943) è un fotografo e fotoreporter italiano. Il primo fotografo italiano a far parte dal 1982 dell’agenzia fotografica internazionale Magnum Photos.

ITALY. Sicily. Enna. Easter. 1962 – Image by Ferdinando Scianna


“È il suo fotografare, quasi una rapida, fulminea organizzazione della realtà, una catalizzazione della realtà oggettiva in realtà fotografica: quasi che tutto quello su cui il suo occhio si posa e il suo obiettivo si leva obbedisce proprio in quel momento, né prima né dopo, per istantaneo magnetismo, al suo sentimento, alla sua volontà e – in definitiva – al suo stile.” (Leonardo Sciascia).

Per l’occasione Scianna verrà intervistato dal professor Tullio Fragiacomo:
Tullio Fragiacomo (BFI), è esperto in gestione della conoscenza e ha insegnato per diversi anni all’Università di Trieste. Si occupa di fotografia da oltre 6 lustri; da venti si interessa di formazione e cultura dell’immagine.

Gli eventi di Sabato sono realizzati in collaborazione con Sme Gradisca e Canon Italia:

Sabato 3 novembre dalle 14:30 alle 20:30 Canon Italia e SME Gradisca saranno presenti nel foyer del teatro G. Modena per presentare le ultime novità Canon, in particolare l’attesa nuovissima mirrorless EOS R e le nuove ottiche RF, che sarà possibile provare.

 

 

 

Palmanova Photo Show 2018 ha il patrocinio della Città di Palmanova.

 

Tutti gli eventi e le serate sono ad ingresso libero

 

Lunedì 26 Novembre ore 20:30 – Sala riunioni del Palmanova Outlet Village

 

Patrizio Maniero

 

I viaggi di natura ed il mosso intenzionale sono gli argomenti che hanno ispirato le multivisioni di Patrizio.

Una ricerca personale dell’autore sugli effetti del movimento in particolari condizioni di luce, è qui accostata al viaggio di natura per poterlo poi raccontare.

“Le prime immagini di natura che realizzavo, erano un tentativo di riproduzione accurata di ciò che vedevo, semplici scatti costruiti con la macchina fotografica senza interpretazione né messaggio, dunque senza “anima”. Col tempo ho cercato di “osservare” con nuovi occhi: la ricerca della perfezione tecnica e della nitidezza assoluta, ha lasciato il posto all’espressione del movimento, del sogno fantastico attraverso il fascino che la Natura esprime nella sua vitalità e bellezza. Giorno dopo giorno ho sentito sempre più forte l’esigenza di passare dall’involucro all’anima delle cose.

Il colore, il movimento ed il particolare evidenziato dalla luce sono gli elementi che costituiscono l’anima del racconto di queste multivisioni.”

Patrizio Maniero

Pordenonese, appassionato di fotografia, fin dalla giovane età ha manifestato attraverso il disegno interesse e inclinazione per le arti grafiche.

Considera una fortuna l’essersi avvicinato alla fotografia nell’epoca del “formato analogico” nel quale la foto prima ancora di essere realizzata doveva essere “costruita” avvalendosi dell’osservazione e non semplicemente della vista per inquadrare e scattare.

L’avvento del formato digitale gli ha consentito di sviluppare e ampliare la propria ricerca fotografica.

Inizialmente il paesaggio e il ritratto erano tra i suoi principali interessi; con il tempo l’attenzione si è rivolta alla  foto di natura e  allo studio del comportamento di varie specie animali  unita a quello della flora locale.

Dopo aver cercato la perfezione tecnica nelle immagini, soprattutto nei dettagli in macrofotografia, da qualche anno sta sperimentando gli effetti del  movimento in natura in particolari condizioni di luce.

Ama  viaggiare, conoscere nuovi luoghi e utilizzare le opportunità offerte dalle nuove tecnologie.

Realizza multivisioni con le quali propone dei veri e propri racconti fotografici attraverso i quali auspica di suscitare curiosità e trasmettere a ciascuno le emozioni più belle.

 

Programma della serata:

  • I Magredi – Biodiversità da conoscere, valorizzare e proteggere 12:54
  • Andalusia – Le ali della Sierra Morena    8:50
  • Finlandia – Non solo orsi e falchi pescatori    6:50
  • Lofoten – Luci e colori del Nord    5:39
  • Milonga illegàl – Passione, movimento e sensualità nel ballo del tango    7:34
  • Carso – Quando la Natura è un’opera d’arte    5:27

Ingresso libero fino a disponibilità posti a sedere.

Si ringrazia

Siamo partner de “L’aperitivo con l’arte” e vi segnaliamo ed invitiamo al primo assaggio degli eventi che prossimamente si svolgeranno presso l’Antico Cantinone Foffani, Piazza Giulia, 13 – Clauiano di Trivignano Udinese.

 

È il 1955 e il giovane fotografo Robert Frank ottiene una borsa di studio dalla  Guggenheim per realizzare un lavoro fotografico sull’America. Frank percorrerà tutto l’immenso paese, e tra il 1955 e il 1956 “toccherà” ben 48 stati diversi. Il risultato sarà il libro “The Americans”, che rappresenta un vero “poema per immagini” dedicato alla strada americana e alla sua nuova e sconsolata epopea; un reportage che ha segnato un’epoca diventando per generazioni di fotografi la pietra miliare da cui partire per fotografare, per viaggiare, per conoscere con lo sguardo.

Nella prefazione, l’amico Jack Kerouac scrisse: «Quella folle sensazione in America, quando il sole picchia forte sulle strade e ti arriva la musica di un jukebox o quella di un funerale che passa. È questo che ha catturato Robert Frank nelle formidabili foto scattate durante il lungo viaggio in quarantotto stati su una vecchia macchina di seconda mano».

Sarà affidata a Riccardo Morpurgo, pianista e compositore, l’accompagnamento dal vivo per “Parole, musica e sogni dell’America anni ’50“, mentre Massimo Tommasini affronterà la finestra fotografica su Robert Frank. Tutto questo dalle 18:00 di domenica 30 settembre per l’ultima tappa del Festival Approdi, in collaborazione con l'”Aperitivo con l’Arte“. Un cocktail unico in cui si mescolano varie arti, dalla letteratura alla musica fino alla fotografia, per concludere con la degustazione di vini dell’Azienda Vinicola Foffani.

Vi aspettiamo domenica 30 Settembre alle ore 18.00

Antico Cantinone Foffani, Clauiano

Posti limitati, ingresso 15€ (incluso vin d’honneur)

Prenotazione  obbligatoria al 338 8732412 oppure al 3483049154

Presenta Rossana Virgolin

…Un esperienza la mia che ancora una volta mi ha riservato grandi sorprese, tanti incontri, tanti nuovi villaggi dove sono stato accolto con grande umiltà. Ho percorso oltre 4000 Km con i bus pubblici e almeno 200 km con i Ritscho. Sicuramente piu di 150 km a piedi per raggiungere molti dei villaggi isolati e lontani dalle vie di comunicazione. Ovunque io sia stato le opportunità fotografiche sono state straordinarie, i rapporti umani, nonostante la difficoltà nel comunicare, un’esperienza che non potrò dimenticare nemmeno in la negli anni…

Oliviero Masseroli

Ingresso libero fino a disponibilità posti

Il 24 agosto 2018 torna Rievocando, giunto alla terza edizione. Si tratta di una serata di multivisioni (immagini + musica) a cura del Circolo Fotografico Palmarino.

L’evento, patrocinato dalla Città, si svolgerà all’aperto in Piazza Grande dalle 21:00 (o in caso di catttivo tempo sotto la Loggia della Gran Guardia).

 

Il programma della serata sarà il seguente:

1 – Namibia Viaggio attraverso il deserto del Namib – di Roberto Corro’

2 – CorrispondenzeFrammenti di poesia giapponese – di Cristina Noacco

3 – Borealis La magia delle luci del Grande Nord – di Marco Manzini

4 – Out There: the adventure begins Il colorato volo delle mongolfiere – Collettiva di fotografi CFP

5 – Palma alle armi ’17Volti e momenti della rievocazione più bella- Collettiva di fotografi CFP

L’ingresso è libero, non mancare!